Lucio Dalla. Un ricordo di Giuseppe Laterza

Lucio Dalla. Un ricordo di Giuseppe Laterza

Giuseppe Laterza 
“In discoteca con lui a Tremiti”
Ricordi d’adolescenza, fino a ieri. 

Pubblichiamo un ricordo di Lucio Dalla dell’editore Giuseppe Laterza:

Leggi l’intero articolo

7 Commenti

  1. Grazie per il suo bel ricordo. Dalla è stato veramente un grande in tutto e merita sempre la nostra stima e il nostro pensiero, la sua poesie e le sue musiche si accompagneranno per sempre. Luciano.

  2. Anche io ho un ricordo che si aggiungerà a quelli di tanti altri per mettere in luce la sua grande umanità e semplicità.

    Era l’estate del 1990, rientravo dalla Tremiti. Lucio sedeva di fronte a me sul traghetto che ci riportava sulla terra ferma.

    Non avevo il coraggio di rivolgergli la parola, ma scattò l’empatia e lui ruppe il ghiaccio quando ormai eravamo prossimi all’arrivo.

    Fu una breve conversazione durante la quale tra le altrer cose, sapendo del suo orientamento politico gli raccontai della morte di mio padre, dirigente sindacale e comunista, avvenuta a soli 68 anni per il suo senso di responsabilità e forte attaccamento a quell’etica politca che già allora mostrava qualche segno di cedimento anche nel PCI. Anche lui, da militante, espresse delle perplessità sulle vicende che attraversanono il PCI e per suggello del nostro incontro volle autografare la mia tessera di iscrizione al partito dell’anno 1990, oggetto che ho sempre conservato nel ricordo di quei momenti.

Scrivi un commento

Modalità di accesso

L'ingresso agli incontri è riservato ai tesserati fino ad esaurimento posti

Chiudi finestra
Per vedere questo contenuto devi essere un Tesserato Agorà. Per sapere come diventarlo clicca qui
Nome utente
Password